SHOP

Quali sono le farine senza glutine? Le farine per celiaci e intolleranti

13/06/2018bottegheria
Quali sono le farine senza glutine

Quando conosci una persona celiaca, ti chiedi quali sono le farine senza glutine e quindi gli alimenti che ella può mangiare. Ti rendi delle differenze con la tua alimentazione, ad esempio pensando già a un semplice panino al prosciutto o alla sfoglia della colazione. Oggi sempre più negozi, bar, pasticcerie offrono alternative di alimenti senza glutine, così che anche la persona celiaca o intollerante possa trovare ciò che cerca.

Tuttavia all’inizio c’è forse un po’ di confusione e ci si chiede: che differenza c’è tra celiachia e intolleranza al glutine?

Che differenza c'è tra celiachia e intolleranza al glutine

L’unica cosa che hanno in comune queste due patologie è lui, il glutine! Per il resto le differenze ci sono eccome, soprattutto per l’entità delle conseguenze sul nostro corpo e stile di vita.

Quando mangia un alimento che contiene glutine, una persona affetta da celiachia ha una reazione autoimmune, che attacca l’intestino e può danneggiare anche gravemente la mucosa intestinale. Chi è intollerante al glutine invece ha un’ipersensibilità verso il glutine, che può causare diversi malesseri, più o meno pesanti (ad es.: dolori addominali, mal di testa).

Siccome su internet si trova di tutto e di più su questi temi, e molti sintomi sono molto comuni a altre malattie, è sempre bene farsi fare la diagnosi da un medico specializzato, prima di preoccuparsi e rivedere sostanzialmente la propria alimentazione.

Le farine senza glutine: quali sono?

Le farine senza glutine si trovano ormai ovunque e ce ne sono di diversi tipi. A volte si sentono nomi di alimenti ignorati o esotici, come la quinoa (originaria del Sud America). Noi ci siamo chiesti quali sono le farine senza glutine che sono da sempre usate nella cucina italiana, alcune delle quali fino a pochi anni fa erano cadute in disuso o snobbate, mentre oggi sono un’alternativa alla farina di grano.

  • Farina di mais
    La farina di mais o granoturco, che in passato era, sotto forma di polenta, un sostituto del pane. In cucina la farina di mais si può utilizzare anche al posto del pangrattato, per  impanature croccanti.
  • Farina di grano saraceno
    E’ una farina molto saporita e la base di uno dei piatti tradizionali della Lunigiana, i testaroli.
  • Farina di castagne
    Una volta con la farina di castagne ci si facevano il pane e la polenta, perché la farina bianca era un lusso. In Toscana la farina di castagne è l’ingrediente principale di un dolce tradizionale, il castagnaccio.
  • Farina di ceci
    La farina di ceci si usa in pastelle e piatti tipici come cecina o farinata.
  • Farina di riso
    Le prossime due farine si usano soprattutto per preparare dolci e/o insieme a altre farine: farina di mandorle e farina di cocco.
farina di castagne

Ora che ti sei fatto un’idea su quali sono le farine senza glutine più diffuse, puoi iniziare a preparare anche a casa pane, pizza, crostate, seguendo le ricette che preferisci. Ci sono tanti libri e risorse online che sono un’ottima base di partenza per chi voglia iniziare a cucinare con le farine senza glutine.

Quel è la migliore farina senza glutine secondo te?

[/vc_column][/vc_row]

[rd_line type=”rd_line_bold” color=”#8bb547″ use_icon=”yes” icon_color=”#8bb547″ icon_pos=”center” line_pos=”center” icon=”imf-arrow-bottom”]

vendita prodotti biologici toscana
quali sono farine senza glutine
OLIO EVO
Articolo Precedente Prossimo Articolo