SHOP

Il miele di spiaggia: una rarità preziosa della Toscana

14/03/2018bottegheria
miele di spiaggia

Cosa è il miele di spiaggia

C’è un miele dal nome affascinante e curioso, detto “miele di spiaggia”. Il miele di spiaggia è così chiamato perché nasce tra le dune sabbiose e la macchia mediterranea del parco di San Rossore-Massaciuccoli, uno dei parchi regionali toscani più belli e vasti (abbraccia infatti vaste zone delle province di Pisa e di Lucca).

Viene chiamato così anche perché, a chi lo odora e assaggia, ricorda un giorno caldo d’estate, camminando tra le dune macchiate del giallo dorato dell’elicriso (l’aroma principale di questo miele) e delle altre piante della macchia mediterranea. Il miele di spiaggia è un miele millefiori, ovviamente, dove appunto l’elicriso, abbondante nella zona d’origine di questo miele, predomina gli aromi di questo nettare d’ape.

Il miele di spiaggia che vendiamo su Bottegheria è biologico e prodotto esclusivamente all’interno del parco naturale di San Rossore dall’azienda Sapori mediterranei.

Chi fa il miele di spiaggia?

Le api sono dislocate principalmente in 2 zone del Parco Naturale di Migliarino, San Rossore, Massaciuccoli: il primo nel Comune di Viareggio, località Lecciona, il secondo nel comune di Pisa, Località Foce del Serchio.

Degli apiari si occupa la sig.ra Donatella, da tanti anni appassionata di apicoltura, che dal 1995 ha deciso di trasformare la sua passione per le api in attività. Da qualche anno si è aggiunto al team Pietro, che come agronomo dà il suo contributo al lavoro della piccola azienda.

Come si produce il miele di spiaggia?

Siamo andati a trovarla nel parco, nel laboratorio dove questo miele prezioso viene estratto. I melari (che vedete in foto) vengono prelevati, carichi di miele e di cera d’api, dagli alveari e messi nel primo macchinario, che toglie la cera d’api dai fori, lasciando libero il miele.

I melari vengono poi messi in un secondo macchinario, una centrifuga che, muovendosi, preleva da essi il miele. A questo punto il miele viene filtrato, per eliminarlo da eventuali impurità, come piccole ali, pezzettini di cera ecc.

Il miele di spiaggia viene poi messo in contenitori di acciaio e lasciato riposare, pronto per essere messo nei vasetti.

Il lavoro dell’apicoltrice è un lavoro lungo e paziente, dove la passione e il rispetto per la natura stanno alla base.
Il miele di spiaggia può avere colori diversi e a una certa temperatura tende a solidificarsi, diventando granuloso. Benché questo stato fisico non tolga assolutamente nulla alla qualità di questo come di altri mieli, spesso le persone, per comodità, preferiscono il miele allo stato fluido. In realtà, se vi capitasse un miele granuloso, basta intiepidirlo per farlo tornare al suo stato originale.

miele di spiaggia toscana

Miele di spiaggia: il suo prezzo

Dopo quanto avete letto, è chiaro che questa specialità toscana non ha un prezzo da supermercato e che, anzi, vale il suo costo. La qualità e l’artigianalità di un ottimo prodotto va valorizzata, raccontandola come stiamo facendo, ma anche offrendola a un prezzo che rispetti il lavoro dell’artigiana che lo fa.

Il miele di spiaggia a tavola

Vi nominiamo solo alcuni modi per gustare appieno questa specialità toscana straordinaria.
Potete assaggiare il miele di spiaggia:

  • nel modo più semplice per sentirne tutto il gusto: su una fetta di pane
  • aggiungendolo alla ricotta o allo yogurt
  • aggiungendolo al latte caldo, per scaldarsi con una tazza di latte profumato e aromatico
  • per fare creme, da mangiare al cucchiaio o con cui farcire pan di spagna o crostate (ad esempio con questa ottima ricetta)

Che ne pensate? Vi abbiamo convinto che vale la pena assaggiare il miele di spiaggia?

Articolo Precedente Prossimo Articolo